Free songs

Il giorno di proteine pure nelle 4 fasi della dieta Dukan

0 commenti | gennaio 2, 2015

IL GIORNO DI PROTEINE PURE:

1) PP DI ATTACCO:

CRUSCA: 

Assumere 1,5 cm di crusca d’avena obbligatori. 1 cm di crusca di grano solo per attacchi più lunghi di 4 giorni ed in caso intervenga stipsi.

TOLLERATI: 0

SCELTA DEGLI ALIMENTI:

  1. Carni magre: manzo: Tutte le parti magre che possono essere cucinate arrosto o alla griglia, soprattutto la fesa, il filetto, il controfiletto, il falso filetto (girello) e i pezzi più pregiati evitando categoricamente costata e lombata perché entrambe troppo grasse. Vitello: le parti consigliate sono la fesa, i tagli più magri da cucinare e il fegato (se non avete problemi di colesterolo). La costata è permessa a patto di scartare lo strato di grasso che la circonda. cavallo: Tutte le parti tranne il petto e costata. Selvaggina: Consentita in tutte le sue parti maiale e agnello: NON RIENTRANO TRA GLI ALIMENTI PERMESSI IN QUESTA FASE. Fegato: di vitello, di manzo o di pollame (ottimo ma ricco di colesterolo) lingua: di manzo (solo parte anteriore), di vitello e di agnello (senza restrizioni). Rognone: di vitello.
  2. Pesci: Tutti i tipi di pesci senza alcuna restrizione: grassi e magri, bianchi e azzurri, freschi, surgelati e conservati purché al naturale senza olio, affumicati ed essiccati. Il pesce affumicato è concesso, soprattutto il salmone che, anche se grasso, lo è meno di una bistecca al 10% di grassi. In attacco meglio consumare solo i surimi a marchio Blue Castle che sono liberi e lasciare gli altri dalla crociera in poi. Frutti di mare. Nessuna restrizione: Aragosta, Astice, Calamaro, Capesante, Cozze, Cuore di mare, Gamberetti (grigi e rosa) e gamberi, Granchio, Ostriche, Polpo, Ricci di mare, Scampi, Seppia, Vongole, etc.
  3. Pollame e carni bianche: Può essere consumato tutto, tranne quello a petto piatto come oca e anatra. Va però levata la pelle (che può essere tolta dopo la cottura). Pollo: eliminare le ali perché troppo grasse. Tacchino e coniglio: in tutte le sue forme. Bistecca di struzzo, Faraona, Fegato di pollo, Galletto, Piccione, Prosciutto di tacchino e di pollo, Quaglia: sono ok. Tutti gli affettati sotto il 4% di grassi sono liberi (di maiale, tacchino, pollo, bresaola). Anche quelli affumicati.
  4. Uova: In un regime alimentare in cui i cibi consentiti possono essere consumati senza limiti di quantità, le uova pongono il problema del colesterolo. Si consiglia di limitarne luso a 3-4 tuorli a settimana. E’ possibile invece usare gli albumi in quantità illimitata. Ricordiamo che, nelle ricette, due albumi sostituiscono un uovo intero e che l’albume di un uovo pesa circa 35 gr.
  5. Proteine vegetali: Tofu e seitan: Gli unici due alimenti liberi senza restrizioni perché hanno una percentuale di proteine tale, rispetto a lipidi e glucidi, che permette di consumarli a volontà. Tempeh: Ottimo alimento per i vegetariani ma, a causa del suo elevato tenore di carboidrati, rientra nella categoria dei tollerati e quindi da evitare se non siete vegetariani. Libero invece per vegani e vegetariani. Bistecche di soia e burger vegetali: Scegliere quelli con grassi sotto l’8% (Sojasun). Sono alimenti da considerarsi tollerati per il loro tenore di carboidrati. Libero per vegani e vegetariani. Proteine di soia testurizzate: Il loro tenore di carboidrati ne impedisce l’uso illimitato, rientrano quindi nella categoria dei tollerati. Libero per vegani e vegetariani. Latte di soia: Non rientra nella categoria degli alimenti da consumare a volontà ma nella quantità di due bicchieri al giorno (250 ml), nella versione al naturale e in sostituzione del latte vaccino scremato. Libero per vegani e vegetariani. Yogurt di soia: Non rientra nella categoria degli alimenti a volontà ma va consumato nella misura di 2 vasetti al giorno da scegliere nella versione bianco al naturale. Libero per vegani e vegetariani. Tutti i prodotti derivati dalla soia sono da considerarsi liberi per vegani e vegetariani.
  6. Latticini magri: Yogurt: Scegliete yogurt bianchi allo 0,1% di grassi e senza zucchero o fruttosio. Latte: Utilizzate latte vaccino (anche senza lattosio) scremato. Massimo 250 ml al giorno. Formaggi: Tutti i formaggi sotto il 5% di grassi. Eccezione per la ricotta al 6% che è libera. Dal 5% al 9% sono un tollerato ogni 30 gr di prodotto.
  7. Ultime aggiunte: Il Konjac: autorizzato a volontà a partire dalla fase d’attacco. Saziante, ricco di fibre, in grado di stimolare il transito intestinale e quasi senza calorie. La radice del konjac viene dall’Asia (Cina e Giappone). Questa radice viene rielaborata come pasta (nello specifico, spaghetti) completamente priva di calorie. Questo tipo di alimento può essere usato in ogni sua forma, l’ideale per cucinare Dukan. Olio di oliva o di colza: alimento disponibile dalla fase di crociera. Ricco di acidi grassi omega 3, polifenoli e vitamina E (anti-ossidanti), tutti elementi indispensabili per la nostra salute. Dose giornaliera limitata ad un 1 cucchiaino Le bacche di Goji: alimento disponibile sin dalla fase d’attacco. Dose limitata: 1 cucchiaio nei giorni di proteine pure, 2 cucchiai nei giorni di proteine e verdure. I semi di Chia: Concessi nella dose giornaliera di 0 cm in attacco; 1 cm in crociera, consolidamento e stabilizzazione.

 

2) PP DI CROCIERA:

CRUSCA:

Assumere 2 cm di crusca d’avena obbligatori e 1 di crusca di grano facoltativo.

TOLLERATI: 2, sia in pp che in pv

SCELTA DEGLI ALIMENTI:

Sono concessi tutti gli alimenti dell’attacco più 2 tollerati al giorno. Da evitare solo le verdure che, appunto, contraddistinguono il PV.

SCELTA DEL GIORNO:

Seguire l’alternanza 1 più 1 (quindi alternate pp a pv) o 5 più 5 (5 giorni di proteine pure e 5 di proteine più verdure).

 

3) PP di TERZA FASE:

CRUSCA:

2,5 cm di crusca d’avena. Non assumere la crusca di grano.

TOLLERATI: 0

SCELTA DEGLI ALIMENTI:

Liberi tutti gli alimenti ricchi di proteine: carni magre, tutti i pesci ed i frutti di mare, il pollame senza pelle, le uova, gli affettati light, il tofu e il seitan, il konjiack, i latticini magri e 2 litri di acqua. Evitare solo i surimi (a meno che non siano marca Blue Castle) e le bacche di goji.

SCELTA DEL GIORNO:

Rispettare il più possibile la cadenza settimanale del giovedì. Se il giovedì non potete fare il pp perché è incompatibile con i vostri impegni, scegliete il mercoledì o il venerdì e non abbandonatelo più. Se, dopo aver scelto il giovedì, capita una volta in cui vi è impossibile seguire il regime di proteine pure, spostatelo a mercoledì o venerdì ma la settimana successiva ritornate al giovedì.

 

4) PP DI QUARTA FASE:

CRUSCA:

La crusca d’avena deve essere assunta nella quantità di 2,5 cm anziché i 3 quotidiani del resto della settimana. Non assumere la crusca di grano.

TOLLERATI: 0

SCELTA DEGLI ALIMENTI:

  1. Carni: tra le autorizzate dare la priorità alla carne di cavallo (escluso il petto). Segue a breve distanza la carne di vitello. La fesa è il pezzo più adatto. L’arrosto è concesso a patto di essere ben cotto. La costata va riservata agli altri giorni della settimana. Il manzo varia molto a seconda dei tagli: la bistecca e il vitello possono tranquillamente essere usate il giovedì. Viceversa il controfiletto, il muscolo e il lombo sono consentiti solo negli altri giorni della settimana. Il manzo deve inoltre essere ben cotto.
  2. Pesce: Evitare il pesce azzurro (salmone, sardina, sgombro e tonno) e scegliere il pesce bianco (perfetti sono Orata, rana pescatrice, cernia e merluzzo. Ma anche rombo, triglia e razza vanno benissimo). Il granchio, i gamberetti, le cozze, le ostriche e le capesante sono ancora più magri del pesce spinato e sono liberi. Tra i frutti di mare evitate solo le ostriche. Evitare i surimi a meno che non siano quelli della Blue Castle.
  3. Pollame e carne bianca: Per quanto riguarda il pollo, oltre alla pelle, evitate le ali, la parte alta della coscia e il boccone del prete (codrione). Il restante pollame è libero senza limitazioni: i più magri sono tacchino e faraona. Ottimo anche il coniglio. Vanno bene anche quaglie e piccioni.
  4. Le uova: L’albume è l’alimento più ricco di proteine ed è ottimo per questa fase. Il tuorlo è la parte che contiene i grassi ma il loro insieme è un tutt’uno equilibrato utilizzabile anche il giovedì. Solo per chi incontra difficoltà a stabilizzarsi o ha esagerato un po’ durante la settimana non deve abusare delle uova. Potete usare una proporzione di un tuorlo per due albumi e, magari, aggiungere del latte in polvere.
  5. Tofu e seitan: Sono gli unici alimenti a base di soia che restano liberi.
  6. I Latticini magri: A parità di apporto calorico lo yogurt magro apporta meno proteine e più lattosio del formaggio fresco magro. Preferire quindi i formaggi freschi e lasciare lo yogurt per i restanti 6 giorni della settimana.
  7. Acqua e sale: Aumentare l’acqua a 2 litri e ridurre l’uso del sale.

    SCELTA DEL GIORNO:

    Rispettare il più possibile la cadenza settimanale del giovedì. Se il giovedì non potete fare il pp perché è incompatibile con i vostri impegni, scegliete il mercoledì o il venerdì e non abbandonatelo più. Se, dopo aver scelto il giovedì, capita una volta in cui vi è impossibile seguire il regime di proteine pure, spostatelo a mercoledì o venerdì ma la settimana successiva ritornate al giovedì.

Post A Comment